Comunicato del Sindaco del 6 novembre 2020

Data:
06 Novembre 2020
Immagine non trovata

Cari Olgiatesi,
siamo da poche ore entrati nei primi 15 giorni di “zona rossa”, questo significa che per la nostra Regione Lombardia la situazione sanitaria è ancora alquanto critica.

A Olgiate Comasco la situazione attuale vede questi numeri:

  • 129 cittadini in situazione di positività, per lo più curati a casa e con pochi sintomi, ma con alcuni casi in ospedale;
  • 136 cittadini in sorveglianza attiva come contatti diretti o indiretti ed in attesa del tampone o del suo esito;

La situazione delle nostre scuole vede attualmente intere classi in quarantena, come previsto dal protocollo:

  • San Gerardo: 7 classi in quarantena (74 totali);
  • Via Repubblica: 2 classi in quarantena (41 alunni + 3 docenti);
  • Somaino: 1 classe in quarantena (19 alunni + 3 docenti);
  • Scuola Secondaria: 1 classe in quarantena (23 alunni);
  • 2 classi scuola infanzia

E finalmente ci arrivano anche le notizie dei primi guariti che dopo 2 ed anche 3 tamponi negativi prima di tornare alla vita normale.

FONDAZIONE CASA di RIPOSO.

La situazione che nell’ultima settimana ha assorbito pressochè totalmente la nostra attenzione e non senza preoccupazione è relativa alla nostra Casa di Riposo.
Nella prima parte dell’emergenza, a suo modo in maniera miracolosa grazie alla chiusura anticipata ed a scrupolose  e rigide misure di accesso alla struttura, il virus non era riuscito ad entrare.
Stavolta e purtroppo, nonostante le scrupolose e sempre rigide misure di sorveglianza sempre in atto, il virus con la sua maggiore diffusione e contagiosità è entrato nella casa ed è stato individuato subito grazie ai tamponi con cui vengono regolarmente monitorati ospiti ed operatori.
Dopo i primi 12 positivi di inizio della settimana, ieri eravamo a 33 casi di positività, la maggior parte con sintomi lievi, altri meno ma con la notizia di oggi della prima negativizzazione al tampone, un dato che sicuramente ci fa ben sperare.

Assieme agli ospiti ci sono anche i primi operatori con i sintomi di positività.
Per far fronte a questa situazione la struttura si isolerà creando una “Bolla Sanitaria” dove gli ospiti saranno divisi in base al grado di positività e saranno seguiti dal personale in servizio e da altro personale in via di reclutamento.

Solo seguendo rigidi protocolli di sicurezza  e mettendoci tutta la professionalità degli operatori, del personale medico ed infermieristico e quell’attenzione all’aspetto umano ed emotivo che mai è mancata, potremmo vincere la battaglia contro questo nemico invisibile ma contagioso e tornare a far visita ai nostri nonni.
L’amministrazione della Fondazione Casa di Riposo  è in contatto con le  Famiglie degli ospiti per qualsiasi comunicazione in merito alle condizioni di salute degli ospiti.

Vista la situazione del nostro Comune ma pressochè di tutti i Comuni lombardi, non dobbiamo stupirci e tantomeno meravigliarci che siamo inseriti  Zona Rossa per i prossimi 15 giorni.
Per uscirne i dati sanitari devono migliorare e deve scendere la pressione sulle terapie e sugli ospedali.
Un dato comunicatomi ieri: il tempo medio di arrivo di un’ambulanza può arrivare a 1 ora e mezza…capiamo bene che questo dato può significare la sopravvivenza o meno delle persone.

Urge rimettere in pratica tutti quei comportamenti virtuosi che possano impedire un ulteriore diffusione del virus e di entrare in contatto con esso: indossare le mascherine che abbiamo visto rappresentano una barriera fisica contro il virus, il distanziamento ed il lavaggio delle mani, gesti peraltro entrati nel nostro modo di vivere quotidiano.

Ringrazio i cittadini che sono risultanti positivi al tampone di aver scritto al mio indirizzo mail in Comune (simone.moretti@comune.olgiate-comasco.co.it) e invito di continuare a farlo.
Mi scuso per il ritardo di alcune risposte anche via sms o facebook: non vorremmo far sentire nessuno abbandonato o senza informazioni, per questo è importante segnalare il nominativo con l’indirizzo ed un cellulare per essere ricontattati e attivarci come Comune per tutte le azioni da mettere in campo.

SPESA a DOMICILIO ( da lunedì 9 novembre torna attivo il servizio):

per i Cittadini POSITIVI:la nostra SOS di Olgiate Comasco ripropone il servizio della spesa e farmaci a domicilio telefonando in sede allo 031 94 64 00;
per i cittadini over 65, anziani, persone che vivono sole e/o con patologie:c’è la PROTEZIONE CIVILE telefonando al numero 3463945227 il lunedì dalle 9.00 alle 11.00 con consegna delle spese dalle 8.30 del martedì.

Sosteniamo le nostre ATTIVITA’ COMMERCIALI.

Oggi come mai le attività della ristorazione e non solo hanno bisogno dell’aiuto di tutti.
Sosteniamole ordinando un pranzo o cena da asporto o da farci portare al nostro domicilio, sfruttiamo le consegne che tutte le tipologie di attività chiuse hanno messo in campo per superare anche questi duri 15 giorni, per far sì che riaprano tutte e non ci siano chiusure.

INVITO per un Tracciamento dei contatti “fai da te”.

Se oltre a scaricare la App IMMUNI sui cellulari noi tutti, dai più giovani ai meno giovani ma soprattutto le persone anziane e le categorie più a rischio segnassimo ogni giorno gli incontri fatti e con chi, in caso di positività si riuscirebbe più facilmente a risalire a tutti i contatti ed avvisarli.

VACCINAZIONI.
Questa estate più volte era stata annunciato l’arrivo di una seconda ondata in concomitanza con le prime influenze e puntualmente si sta verificando: forse anche in maniera anticipata rispetto al previsto.
Per questo motivo quest’anno più che mai è importante mettersi in contatto con il proprio medico curante per prenotare il vaccino anti influenzale, soprattutto se si è over 65 o si appartiene ad una categoria a rischio.

Lunedì 9 novembre ci sarà la seconda giornata di vaccinazioni al Medioevo da parte di 4 medici di base, mentre altri 3 medici di base li effettueranno presso i loro ambulatori.
Sulla partita Vaccini e Tamponi, così come i Test Sierologici ed i Tamponi rapidi gli Enti preposti alla loro fornitura non possono più sbagliare o aspettare, per questo auspichiamo che al più presto possano esserci vaccini per tutti i mutuati dei medici i base, anche prima della metà di novembre e strumenti che siano in grado di monitorare anche in maniera preventiva il nostro stato di salute.

Adesso abbiamo davanti i mesi più duri e climaticamente parlando più impegnativi anche per le forme influenzali, per questo dobbiamo tenere duro: senza mai dimenticare che nonostante tutte le precauzioni, nonostante il rispetto più rigoroso di tutti i nostri comportamenti virtuosi, potremmo lo stesso doverci prendere un periodo di convivenza forzata con il corona virus.

“Non dobbiamo vergognarci di aver preso o di prendere il virus, ma dovremmo provare vergogna ad additare come “untore” chi sta vivendo a contatto con il covid o chi non si mette a disposizione per un aiuto per chi è in quarantena.
Non dobbiamo vergognarci di essere positivi…dovremmo vergognarci di non essere umani”.

Da qui in avanti saranno solo ed esclusivamente i nostri comportamenti rispettosi delle regole quelli che determineranno i provvedimenti dei prossimi mesi…e fra 7 venerdì tutti quanti noi vorremmo festeggiare il Natale assieme alle nostre famiglie e non da soli...

L’Amministrazione Comunale di Olgiate Comasco e tutta la cittadinanza sono vicini ai nostri concittadini ed alle loro famiglie che si trovano a vivere la positività e la quarantena, come fatto fin dallo scorso mese di marzo, anche a quelle che hanno avuto o stanno avendo lutti in famiglia.

Il C.O.C. ( Centro Operativo Comunale) è sempre rimasto attivo per l’assistenza alle famiglie, per provvedere alle persone che abitano da sole senza aiuti ( per le spese a domicilio), in collaborazione anche con i volontari delle associazioni del territorio come il SOS che assieme alla PROTEZIONE CIVILE non si sono mai fermati.

Si chiede a tutti responsabilità, raziocinio, equilibrio, realismo e tanta ma tanta pazienza perché alla fine ne usciremo vincitori solo insieme.

In tutta questa situazione di emergenza sanitaria mondiale, con tutti i problemi legati al COVID-19, le famiglie ed i nuclie famigliari da seguire e le situazioni esposte sopra, c’è anche e sempre un Comune da mandare avanti con l’ordinaria amministrazione, con lavori da concludere o da iniziare come la prossima  riqualificazione della parte alta di via Milano ( con le due nuove rotonde)  e della Banca che finalmente partirà la prossima settimana.

Non ci abbandonano un giorno le fatiche di monitorare l’iter della nostra opera più importante,  la variante alla statale 342 che tra un passo avanti ( arrivata a Roma da Anas)  e uno stop ( quello di oggi con altre verifiche tra enti superiori come Regione e Anas stessa da fare) continua da 15 anni il suo iter per vederla finalmente realizzata.

Non serve gridare "al lupo al lupo" ogni giorno, soprattutto in questo particolare momento storico: servono invece la pazienza, la tenacia e la perseveranza di sopportare tutte le difficoltà che di sicuro ci saranno ancora, per provare a superarle mantenendo calma, serenità e soprattutto la coscienza pulita.

Vi auguro un fine settimana il più possibile sereno  
 
Il vostro Sindaco, Simone Moretti

Ultimo aggiornamento

Venerdi 20 Novembre 2020