Informazioni riguardanti tipologia, modalità e durata delle sepolture

Data di pubblicazione:
21 Settembre 2020
Informazioni riguardanti tipologia, modalità e durata delle sepolture

Il Comune di Olgiate Comasco dispone di un cimitero, in Viale Trieste. Ha un accesso secondario, con parcheggio esterno, in Via San Giovanni Bosco.


Gli orari di apertura del Cimitero sono i seguenti: 

Da novembre a marzo:
 

  Mattina Pomeriggio
Lunedì   13:00 - 17:00
Martedì 7:00 - 17:00
Mercoledì 7:00 - 17:00
Giovedì 7:00 - 17:00
Venerdì 7:00 - 17:00
Sabato 7:00 - 17:00
Domenica 7:00 - 17:00


Da aprile ad ottobre:
 

  Mattina Pomeriggio
Lunedì   13:00 - 19:00
Martedì 7:00 - 19:00
Mercoledì 7:00 - 19:00
Giovedì 7:00 - 19:00
Venerdì 7:00 - 19:00
Sabato 7:00 - 19:00
Domenica 7:00 - 19:00


Conduzione e manutenzione.
La conduzione e la manutenzione ordinaria del Cimitero sono affidate ad un appaltatore, con i seguenti compiti:

  • apertura e chiusura dei cancelli;
  • opere di pulizia in generale, spalatura neve e spargimento sale antigelo;
  • inumazione e tumulazioni a seguito di decessi;
  • opere di manutenzione del verde;
  • opere di manutenzione ordinaria;
  • pulizia bisettimanale dei servizi igienici;
  • fornitura materiale (scope, innaffiatoi, ghiaietto per i vialetti).

Aree per la sepoltura.
Le aree per sepolture sono di diversa tipologia.

  • campi per sepolture a terra.
  • campo comune.
  • aree per la realizzazione di sepolture private (se non  già occupate).
  • Colombari.
  • cellette ossario/cinerarie;
  • ossario comune;
  • cinerario comune;
  • cappella per dispersione ceneri.

Tipi di sepoltura, modalità di rilascio delle concessioni e loro durata.
La scelta del tipo di sepoltura viene fatta a seguito del decesso presso l’Ufficio Cimitero, al secondo piano del Palazzo Comunale. A seguito delle scelta della tipologia, verrà stipulato un pre-contratto alla data del decesso, che sarà poi formalizzato successivamente alle esequie e al pagamento degli eventuali oneri di spettanza Comunale.
Non tutte le tipologie di sepoltura potrebbero essere disponibili al momento della richiesta.

Le tipologie di sepoltura sono le seguenti, a cui segue la descrizione:

 

TABELLA A

 

TIPO

Tipologia delle sepolture

Caratteristiche

A

SEPOLTURE  A  INUMAZIONE IN CAMPO A TERRA (FOSSE)

Campo Comune a titolo gratuito non soggette a concessione. Vi rientrano il campo adulti e il campo bambini

PERIODO NON RINNOVABILE.

B

SEPOLTURE  PRIVATE A  INUMAZIONE IN CAMPO A TERRA (TOMBE A TERRA)

Campo a sepolture private soggette a concessione

CONCESSIONE NON RINNOVABILE.

C

SEPOLTURE  PRIVATE A  TUMULAZIONE IN CAMPO A TERRA (TOMBE GIARDINO)

TOMBE NON A NORMA in eliminazione CONCESSIONE NON RINNOVABILE

D

SEPOLTURE A TUMULAZIONE   IN LOCULO

Loculo in colombaro - soggette a concessione.

CONCESSIONE NON RINNOVABILE.

E

SEPOLTURE A TUMULAZIONE   IN CELLETTE OSSARIO/CINERARIO

Celletta soggetta a concessione.

CONCESSIONE NON RINNOVABILE

F

SEPOLTURE IN OSSARIO O CINERARIO COMUNE

Operazione di conferimento gratuita

G

DISPERSIONI DELLE CENERI NEL GIARDINO DELLE RIMEMBRANZE

Dispersione gratuita; secondo tariffa la posa della targa alla memoria

TITOLO VIII SEPOLTURE

(RIF. ART. 50 DEL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA VIGENTE)

  1. Le sepolture possono essere a inumazione, a tumulazione o mediante cremazione.
  2. Sono a inumazione le sepolture nella terra, secondo le norme degli art. 68 e successivi del D.P.R. n. 285/1990.
  3. Sono a tumulazione le sepolture in loculi, cripte, celle, cappelle, edicole, secondo le norme di cui agli artt. 76, 77 e 78 del D.P.R. n.285/90.
  4. Si elencano di seguito le varie tipologie di sepolture presenti e concesse presso il Cimitero Comunale di Olgiate Comasco:

Fosse in campo comune – adulti e bambini

  1. Ogni fossa dovrà essere contrassegnata solo ed esclusivamente da un cippo di marmo o di materiale similare di tipo unico e da una cordonatura delimitante l'area di sepoltura, recante le indicazioni di cui all'art. 70 del D.P.R. n.285/90. Non sarà ammessa la realizzazione di monumenti diversi da quanto prescritto nel suddetto articolo. Le caratteristiche della posa del solo cippo e della cordonatura verranno fornite dall'Ufficio preposto al momento della denuncia di morte.
  2. La disponibilità del terreno è gratuita ma deve essere corrisposta la tariffa per l’operazione di sepoltura.
  3. Per il campo bambini, fino all'esaurimento degli spazi, l'Amministrazione non procederà all'esumazione dei resti.

B Tombe a terra (private)

  1. Può essere consentita la riserva di un ulteriore posto adiacente a quello concesso per il coniuge e per i parenti prossimi di primo grado del defunto, nonché per i parenti prossimi di secondo grado (fratelli e\o sorelle)
  2. In caso di scadenza della concessione, in considerazione dell'esumazione ordinaria della salma, sarà consentito al coniuge o al parente prossimo ancora vivente e titolare della riserva, di mantenere la "riserva'' della sepoltura, previo nuovo acquisto del posto stesso. In tal caso, trattandosi di posto a terra, sarà data la possibilità di uniformare anche il contratto del coniuge ivi sepolto solo e soltanto se in presenza di monumento "doppio".
  3. Non è più consentita la posa di cassette cinerarie in sepolture in terra da Regolamento regionale n. 4 del 14 giugno 2022 

C Tombe a giardino

  1. La data di scadenza di questa sepoltura è da considerarsi a decorrere dalla data della seconda tumulazione.
  2. Si tratta di tumulazione in cassoni di cemento a casse sovrapposte, non a norma; a scadenza concessione verranno eliminate e sostituite con tombe a terra.

D Colombari (loculi)

  1. Può essere consentita la riserva di un'ulteriore posto adiacente a quello concesso per il coniuge e per i parenti prossimi di primo grado del defunto, nonché per i parenti prossimi di secondo grado (fratelli e\o sorelle).
  2. A richiesta potrà essere concesso il collocamento in loculi occupati da feretri, sia in colombaro che in tomba di famiglia, di:
    • resti ossei o ceneri, una sola cassetta o urna per loculo
    • un secondo feretro previa cremazione dei resti occupanti il loculo ed introduzione dell’urna cineraria relativa al precedente feretro,

di congiunti oppure con rapporto di parentela fino al secondo grado o di affinità di primo grado.

  1. Nel caso di loculi:
  1. se si inseriscono urne o cassette resti ossei, dovrà essere corrisposto l’importo previsto in tariffa per diritti di utilizzazione e resta ferma la scadenza originaria del loculo
  2. se si inserisce un nuovo feretro e si provvede alla cremazione oppure alla raccolta delle ossa del precedente con l’inserimento dell’urna o della cassetta di tali resti nello stesso loculo con le condizioni:
    • l’operazione è possibile solo previa dichiarazione degli aventi diritto che il defunto voleva essere cremato e in mancanza di espressione di volontà contraria fatta dal defunto
    • passati almeno 20 anni dalla tumulazione del feretro presente nel loculo
    • la scadenza della concessione dovrà essere eventualmente prorogata in modo da permettere la permanenza di almeno 20 anni del nuovo feretro nel loculo e dovrà essere corrisposto l’importo previsto in tariffa per diritto di utilizzazione
  1. In caso di scadenza della concessione, in considerazione dell'estumulazione ordinaria della salma, sarà consentito al coniuge o al parente prossimo ancora vivente e titolare della riserva, di mantenere la "riserva" della sepoltura , previo nuovo acquisto del posto stesso , con possibilità di collocare i resti e\o le ceneri del defunto di cui all'estumulazione ordinaria nel loculo oggetto del nuovo contratto anche se ancora libero.

E  Cellette ossari/cinerari

  1. La posa dei resti mortali e delle ceneri è consentita in qualsiasi corpo senza distinzione tra ossari e\o cinerari. 
  2. Nella stessa celletta è consentita la tumulazione di massimo due cassettine di resti e\o ceneri se lo spazio della celletta lo consente, purché i defunti siano stati legati in vita da rapporti di parentela, affinità o rapporti affettivi.
  3. Nel caso di posa di due cassettine, la durata della celletta è a decorrere dalla data di tumulazione della seconda cassettina, purché non oltre i 5 anni dalla prima tumulazione.
  1. 1 Tumulazioni con animali d'affezione
  1. Per volontà del defunto o su richiesta degli eredi, le ceneri dell'animale d'affezione possono essere tumulate, in teca separata, nello stesso loculo o nella tomba di famiglia del defunto. La presenza dell'animale d'affezione deve essere riportata nei registri cimiteriali.
  2. La volontà del defunto o degli eredi è espressa mediante dichiarazione scritta da presentare al comune in cui si trova il cimitero di destinazione delle ceneri.
  3. Sulla lapide o sulla tomba di famiglia è fatto divieto di esporre fotografie dell'animale d'affezione ivi tumulato o di riportare iscrizioni.

 

Normativa di riferimento.

Per scaricare la modulistica clicca qui.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento

Lunedi 16 Gennaio 2023