Comunicato del Sindaco 2 marzo 2021: 65 positivi al COVID-19 e ZONA ARANCIONE RINFORZATO

Aumentano i positivi a Olgiate (65), si abbassa l'età media. Mai abbassare la guardia per la situazione in peggioramento...

Data di pubblicazione:
02 Marzo 2021
Immagine non trovata

Cari Olgiatesi,

a seguito della doppia ordinanza della Regione Lombardia che a fronte dell’aumento dei contagi farà entrare da domani, mercoledì 3 marzo tutta la provincia di Como in zona “ARANCIONE RINFORZATO” (…e mi astengo volutamente da ogni commento sulle sfumature cromatiche introdotte…), ecco un aggiornamento della situazione a Olgiate Comasco.

Nelle ultime settimane si è registrato un raddoppio dei casi di positività, passando dai 37 di venerdì 5 febbraio ai 65 attualmente positivi di oggi.

Purtroppo alcuni nostri concittadini sono ricoverati in ospedale con bassa ossigenazione del sangue ed alcuni altri con i segni della permanenza in ospedale intubati o sotto casco per il Covid fanno prevedere purtroppo per loro un lungo periodo di riabilitazione.

I danni causati da questa malattia sono diversi da persona a persona ma lasciano segni pesanti.

Per questo NON possiamo abbassare la guardia per rispetto di tutti, non possiamo permetterci comportamenti irresponsabili e purtroppo con le cosiddette “varianti” in giro non possiamo nemmeno escludere un ulteriore peggioramento della situazione e del colore della nostra zona.

Diciamola tutta: ognuno di noi dovrebbe farsi un esame di coscienza per valutare se tanti dei nostri comportamenti da ultima spiaggia e liberi tutti con i conseguenti assembramenti fatti nel fine settimana tra il parco della Villa Peduzzi e le piazze cittadine non siano stati causa di questo aumento di contagi…destinati purtroppo a salire ancora.

E’ quasi un anno che INSIEME stiamo affrontando questa pandemia ed ancora non vediamo la luce alla fine del tunnel. Per tutti noi la situazione sta diventando veramente complessa e difficile da gestire, dal Comune alle famiglie con i ragazzi e ragazze legate al mondo della scuola, dalle attività commerciali a quelle della ristorazione, alle tante partite iva alle palestre e piscine ancora chiuse e lo sport a singhiozzo. Mai un anno fa avremmo mai immaginato.

Situazione COVID-19 a Olgiate Comasco.

Partiamo dai NUMERI.

In tanti nelle ultime settimane soprattutto, leggendo sulla stampa locale della situazione dei contagi  in provincia di Como hanno chiesto a me ed ai miei assessori e consiglieri se a Olgiate ci fossero più 800 positivi!!

Oggi, MARTEDI’ 2 MARZO 2021 abbiamo:

  • 65 nostri concittadini  ATTUALMENTE POSITIVI per lo più curati a casa e con pochi sintomi e con alcuni casi destano una certa preoccupazione in ospedale;
  • 65 cittadini in SORVEGLIANZA ATTIVA come contatti diretti o indiretti ed in attesa del tampone o del suo esito;
  • 0 in CASA di RIPOSO che continua ad essere COVID FREE.

Dividendo per fasce di popolazione ecco IL DATO che ci deve far alzare l’attenzione al massimo, ovvero il fatto che più della metà dei nostri concittadini attualmente positivi abbia meno di 50 anni:

  • 14      fascia 0-30 anni
  • 9       fascia 30-40 anni
  • 18      fascia 40-50 anni
  • 11      fascia 50-70 anni
  • 10      fascia 70-80 anni
  • 3        fascia Over 90

Invece dal primo caso registrato a Olgiate Comasco da inizio pandemia ( 12 marzo 2020) ad oggi abbiamo avuto:

  • 845 CASI TOTALI: di cui 775 casi  tra i cittadini + 70 casi in Casa di Riposo;
  • 748 CASI TOTALI GUARITI: di cui 688 guariti tra i cittadini + 60 guariti in Casa Anziani;
  • 65 ATTUALMENTE POSITIVI ( ad oggi 2 Marzo 2021);
  • 32 DECEDUTI TOTALI: di cui 22 deceduti tra la cittadinanza e 10 deceduti in casa Anziani

COMPORTAMENTI da SEGUIRE.
Non dobbiamo mai dimenticare di mettere in pratica tutti quei comportamenti virtuosi che possano impedire un ulteriore diffusione del virus e di entrare in contatto con esso: indossare le mascherine che abbiamo visto rappresentano una barriera fisica contro il virus, il distanziamento ed il lavaggio delle mani, gesti peraltro entrati nel nostro modo di vivere quotidiano.

COMUNICAZIONE POSITIVITA’.

Grazie a quanti continuano a comunicarmi la loro positività all’indirizzo personale in Comune (simone.moretti@comune.olgiate-comasco.co.it).
Qualora non riceveste la mia risposta nel giro di poco tempo, invito ad inviare la comunicazione in copia anche al seguente indirizzo  laura.iannello@comune.olgiate-comasco-co.it

 

SPESA a DOMICILIO: Per i Cittadini POSITIVI

la nostra SOS di Olgiate Comasco continua il servizio della spesa e farmaci a domicilio telefonando in sede allo 031/946400

CAMPAGNA VACCINAZIONI ANTI COVID-19.

Sono iniziate la scorsa settimana le operazioni di prenotazione del VACCINO anti covid-19 per tutte le persone OVER 80 ( accompagnate purtroppo dai consueti ed ormai cronici problemi organizzativi).

I Sindaci sono sempre in attesa di conoscere ( non senza una certa preoccupazione...)  se i punti vaccinali proposti dai diversi Comuni sono  stati approvati ed autorizzati per dare finalmente inizio alla campagna vaccinazione ANTI COVID-19 non solo per la fascia Over 80 ma anche per organizzare quella che scenderà fino ad arrivare ai 16 anni.

Per la nostra zona cosiddetta dell’OLGIATESE avremmo questi numeri per le vaccinazioni:

    • Fascia eta’ 16-18 anni: 2.679
    • Fascia età 19-44 anni: 26.150
    • Fascia età 45-59 anni: 22.780
    • Fascia età 60-64 anni: 5.955
    • Fascia età 65-79 anni: 14.065
    • Fascia età over 80 anni: 6.915

Per un totale di persona potenzialmente da vaccinare di 78.544

NEW: TAMPONI RAPIDI – GRATIS per TUTTI gli OVER 65  e SOGGETTI FRAGILI.

Continua senza sosta la campagna di MONITORAGGIO e SCREENING PREVENTIVO COVID-19 per l’individuazione dei “POSITICI ASINTOMATICI”.

L'Amministrazione Comunale ha abbassato la GRATUITA' dai 75 ai 65 anni per tutti i cittadini di Olgiate Comasco che potranno sottoporsi ai TAMPONI RAPIDI.

Il progetto è da intendersi come ausilio e non in sostituzione agli strumenti sanitari attualmente in vigore, come supporto al contenimento della diffusione del virus.

L’obiettivo è riuscire ad individuare quanti, non avendo nessun tipo di sintomo apparente, potrebbero essere “inconsapevolmente contagiosi” per gli altri, siano essi famigliari stretti, colleghi di loro etc.

Il TAMPONE RAPIDO è uno strumento che consente in 20 minuti di avere il risultato, è un test anonimo e volontario e NON fornisce alcun patentino di immunità e ogni sospetto di positività essere confermato secondo le normative vigenti ( con un successivo Tampone Molecolare).
In caso di positività il soggetto dovrà contattare telefonicamente il  proprio medico curante, che provvederà a prenotare il tampone molecolare nasofaringeo come da procedura di ATS.

Per il mese di MARZO 2021 le giornate le giornate in cui la SOS effettuerà i TAMPONI RAPIDI al MEDIOEVO saranno:

giovedì 4 marzo e mercoledì 10 marzo  dalle 13.30 alle 16.30

Per effettuare i quali è necessaria la prenotazione direttamente presso l’Associazione SOS OLGIATE COMASCO telefonando allo 031/946400

Il TAMPONE sarà effettuato dal personale medico e sanitario della SOS, alla cui presidente Dottoressa Patrizia Luzzi ed a tutti i suoi collaboratori e volontari va un ideale ringraziamento da parte di tutta la Comunità Olgiatese.

Con la speranza che questa fase così delicata possa presto risolversi al meglio, ci auguriamo che questa iniziativa possa aiutare a mappare meglio la diffusione del virus nel nostro Comune e intervenire preventivamente, garantendo così maggior sicurezza per tutta la comunità.

TAMPONI DRIVE in PIAZZA ITALIA
Proseguono nelle giornate di MARTEDI’ e GIOVEDI’ in Piazza ITALIA i TAMPONI in modalità DRIVE grazie alla preziosa presenza del personale medico e infermieristico dell’A.S.S.T. LARIANA.

I Tamponi solo su prenotazione obbligatoria e tutti gli Olgiatesi hanno diritto a farli a Olgiate Comasco segnalando ai propri medici la volontà e sono prenotabili da tutti i Medici di base attraverso il loro sistema di lavoro MAINF.

IMPEGNO per la CITTADINANZA.

Abbiamo ancora davanti tanti mesi duri.

Per questo non dobbiamo mollare e mai dimenticare che nonostante tutte le precauzioni, nonostante il rispetto più rigoroso di tutti i nostri comportamenti virtuosi, potremmo lo stesso doverci prendere un periodo di convivenza forzata con il corona virus.

“Non dobbiamo vergognarci di aver preso o di prendere il virus, ma dovremmo provare vergogna ad additare come “untore” chi sta vivendo a contatto con il covid o chi non si mette a disposizione per un aiuto per chi è in quarantena. Non dobbiamo vergognarci di essere positivi…dovremmo vergognarci di non essere umani”.

Da qui in avanti saranno solo ed esclusivamente i nostri comportamenti rispettosi delle regole quelli che determineranno i provvedimenti dei prossimi mesi.

Continuiamo a sostenere ed aiutare le nostre attività commerciali e troviamo il tempo di donare del tempo alle nostre associazioni cittadine e come volontari civici.

L’Amministrazione Comunale di Olgiate Comasco e tutta la cittadinanza cercheranno, con tutti i mezzi a disposizione, di rimanere il più vicino possibile, ai nostri concittadini ed alle loro famiglie che si trovano a vivere la positività e la quarantena, come fatto fin dallo scorso mese di marzo, ed anche a quanti hanno avuto o stanno avendo lutti in famiglia.

Stiamo vivendo tutti una situazione pesante, dove gli sbalzi repentini di umore sono quotidiani, le preoccupazioni personali e per il futuro immediato sempre sul tavolo, dove situazioni di difficoltà ed emergenza ( leggi nevicate e situazioni non gestibili immediatamente) scatenano reazioni anche verbali sopra le righe.

La malinconia si sta impadronendo soprattutto delle persone più fragili, alcune della quali si stanno lasciando un po’ andare a causa del mancato contatto, anche visivo con famigliari e vicini di casa, e non solo in Casa di riposo.

Per questo si chiede a tutti Responsabilità, Raziocinio, Equilibrio, Realismo e tanta ma tanta Pazienza perché alla fine ne potremo uscire vincitori solo insieme.

L’alternanza dei colori delle varie zone d’italia non aiuta certo a trovare risposte.

L’unica cosa che sappiamo tutti è che la situazione si sta facendo ingestibile e pesantissima.

Dal mondo del lavoro alle attività commerciali, dal mondo della scuola con i ragazzi a casa alla mancanza di momenti di socialità e con gli anziani soli…la VACCINAZIONE che deve proseguire ad un ritmo decisamente superiore dell’attuale rappresenta ad oggi l’unica speranza di poter tornare a condurre una vita “quasi” normale in attesa che una percentuale significativa della popolazione italiana sia coperta dalla vaccinazione stessa.

Insieme dobbiamo e possiamo farcela!

Il vostro Sindaco,

Simone Moretti

Ultimo aggiornamento

Lunedi 29 Novembre 2021