Comunicato del Sindaco del 21 Marzo 2021 - Aggiornamento COVID-19

Situazione a Olgiate, News campagna vaccinale, HUB a Lurate, progetto Infermiere di Famiglia e Tamponi Drive in piazza del Mercato.

Data:
21 Marzo 2021
Immagine non trovata

Cari Olgiatesi,

a distanza di circa 3 settimane dall’ultimo aggiornamento ( 2 marzo), ecco la situazione a OLGIATE COMASCO ed un po’ di novità in materia VACCINI, Hub Vaccinale, Infermieri di Famiglia e Tamponi Drive.

Siamo passati dai 65 positivi del 2 marzo agli 80 attualmente positivi di oggi, con una percentuale di nostri concittadini in ospedale e qualcuno con segni da Covid che impediscono una ripresa della vita normale: i danni causati da questa malattia sono diversi da persona a persona ma lasciano segni pesanti ed importanti che allungano la piena ripresa.

Per questo NON possiamo abbassare la guardia per rispetto di tutti, non possiamo permetterci comportamenti irresponsabili e purtroppo con le cosiddette “varianti” in giro non possiamo nemmeno escludere un ulteriore peggioramento della situazione e del mantenimento in ZONA ROSSA.

E’ passato un anno ma sembra non sia cambiato nulla…anzi sembra tutto peggiorato.
Istituire la ZONA ROSSA così serve a poco: non è rispettata, è penalizzante per ragazzi e famiglie con la chiusura della scuola e la DAD,  è penalizzante per le attività commerciali chiuse ( ai centri sportivi si sono aggiunti parrucchieri e centri estetici) ma anche per quelle aperte, non potendo arrivare i clienti da fuori e con gli olgiatesi costretti ad avere l’autocertificazione ed uscire solo per necessità - lavoro e salute. Con il triste risultato di un po’ di movimento la mattina ed il deserto al pomeriggio.

Avrebbe forse aiutato di più l’istituzione di una vera ZONA ROSSA come nel marzo scorso, con tutto chiuso ma con i ristori immediati alle attività ma solo se in grado di effettuare in contemporanea alla chiusura una vaccinazione di massa, così da dare la svolta decisiva alla situazione.

Rendendomi peraltro perfettamente conto delle difficoltà a gestire la situazione già a Olgiate, immagino ancor di più a livello provinciale, regionale e governativo.  

Meglio non va per i bar costretti a chiudere alle 18.00 con il rischio di fare durante la giornata solo qualche caffè e amaro grazie agli affezionati clienti ( …ho potuto verificare la situazione di persona in settimana)…che però non possono stare nelle vicinanze pena sanzioni a loro ed ai titolari.

Tutta questa confusione, associata ad una campagna vaccinale a rilento e con falle gigantesche nel sistema di prenotazione dei vaccini a livello regionale, rende ancor oggi la fascia over 80 ben lontana dall’aver ricevuto almeno la prima dose.

Situazione COVID-19 a Olgiate Comasco.

Partiamo dai NUMERI.

Oggi, DOMENICA 21 MARZO 2021 abbiamo:

  • 80 nostri concittadini sono ATTUALMENTE POSITIVI per lo più curati a casa e con pochi sintomi. Alcuni casi però destano una certa preoccupazione perché ancora in ospedale e per la difficoltosa ripresa dopo aver avuto il Covid;
  • 17 cittadini sono in SORVEGLIANZA ATTIVA come contatti diretti o indiretti ed in attesa del tampone o del suo esito;
  • 0 in CASA di RIPOSO che continua ad essere COVID FREE.

Dividendo per fasce di popolazione ecco IL DATO che ci deve far alzare l’attenzione al massimo, ovvero il fatto che la metà dei nostri concittadini attualmente positivi abbia meno di 50 anni:

  • 20      fascia 0-30 anni
  • 20      fascia 30-50 anni
  • 25      fascia 50-70 anni
  • 11      fascia 70-80 anni
  • 4       fascia Over 90

Invece dal primo caso registrato a Olgiate Comasco da inizio pandemia ( 12 marzo 2020) ad oggi abbiamo avuto:

  • 932 CASI TOTALI: di cui 862 casi  tra i cittadini + 70 casi in Casa di Riposo;
  • 818 CASI TOTALI GUARITI: di cui 757 guariti tra i cittadini + 61 guariti in Casa Anziani;
  • 80 ATTUALMENTE POSITIVI ( ad oggi 21 Marzo 2021);
  • 34 DECEDUTI TOTALI: di cui 24 deceduti tra la cittadinanza e 10 deceduti in casa Anziani

COMPORTAMENTI da SEGUIRE.
Non dobbiamo mai dimenticare di mettere in pratica tutti quei comportamenti virtuosi che possano impedire un ulteriore diffusione del virus e di entrare in contatto con esso: indossare le mascherine che abbiamo visto rappresentano una barriera fisica contro il virus, il distanziamento ed il lavaggio delle mani, gesti peraltro entrati nel nostro modo di vivere quotidiano.

COMUNICAZIONE POSITIVITA’.

Ringrazio sempre quanti continuano a comunicarmi la loro positività all’indirizzo personale in Comune (simone.moretti@comune.olgiate-comasco.co.it).
Qualora non riceveste la mia risposta nel giro di poco tempo, invito ad inviare la comunicazione in copia anche al seguente indirizzo  
laura.iannello@comune.olgiate-comasco-co.it

 

SPESA a DOMICILIO: Per i Cittadini POSITIVI

la nostra SOS di Olgiate Comasco continua il servizio della spesa e farmaci a domicilio telefonando in sede allo 031/946400

CAMPAGNA VACCINAZIONI ANTI COVID-19.

Per la nostra zona cosiddetta dell’OLGIATESE avremmo questi numeri per le vaccinazioni:

    • Fascia eta’ 16-18 anni: 2.679
    • Fascia età 19-44 anni: 26.150
    • Fascia età 45-59 anni: 22.780
    • Fascia età 60-64 anni: 5.955
    • Fascia età 65-79 anni: 14.065
    • Fascia età over 80 anni: 6.915

Per un totale di persona potenzialmente da vaccinare di 78.544

HUB VACCINALE a LURATE CACCIVIO.

In tanti mi hanno chiesto, ed anche in Consiglio Comunale è stata fatto in merito alla scelta di avere un HUB vaccinale a Lurate Caccivio e non a Olgiate Comasco.

Ecco la spiegazione.

Durante le interminabili riunioni tra ATS ed i Sindaci nostri rappresentanti nel consiglio di amministrazione era stata data l’indicazione di individuare 2 macro aree per tutta la provincia di Como dove poter far partire la vaccinazione di massa che sono poi state identificate a ERBA ( POLO ESPOSITIVO LARIOFIERE) e da ieri VILLA ERBA di CERNOBBIO.

Oltre ad individuare CENTRI (HUB) Vaccinali minori ma capaci di accogliere un bacino di cittadini di almeno 40.000 unità.

Come Sindaci della zona cosiddetta dell’Olgiatese abbiamo raccolto la disponibilità del Comune di Lurate Caccivio, in possesso di una tensostruttura, di un’area che potesse essere libera da altri utilizzi per almeno 4/5 mesi e dotata di un numero di parcheggi adatti ad accogliere un numero importante di cittadini, dotata di servizi quali corrente elettrica ( per le celle dei vaccini), collegamento internet e servizi.

A fronte della disponibilità dei Comuni ad individuare l’HUB di Lurate per tutta la nostra zona, il Comune di Lurate Caccivio si è proposto, ha  avuto l’OK da parte di ATS e da parte della cooperativa dei Medici di Appiano Gentile per coordinare tutta la parte vaccinale e sanitaria.

Abbiamo ragionato come territorio e non come singoli Comuni, come si dovrebbe sempre fare quando c’è una situazione di emergenza sanitaria da gestire.

Questo non esclude che Olgiate Comasco, come già fatto per tutta la scorsa campagna vaccinale, possa mettere a disposizione gli spazi che ha a disposizione per le categorie più fragili e over 80, dal Medioevo al Refettorio in Pineta ai nostri Medici di base.

Non  abbiamo messo a disposizione la Palestra di via Tarchini poichè abbiamo la speranza che tutta l’attività scolastica e sportiva dei nostri ragazzi e ragazze possa finalmente ripartire, per la loro salute, per dare loro uno sfogo positivo attraverso l’attività fisica e per farli riabituare alla socialità.

QUANDO SI PARTE?

La domanda che tutti fanno adesso è sapere quando si parte.

Nel fine settimana si sono intensificati i contatti tra Sindaci, preallertando i volontari delle nostre associazioni ed Olgiate Comasco anche in questo caso ha risposto presente sia per i volontari della Protezione Civile ( già coinvolti a San Fermo da qualche settimana) sia delle associazioni.

L’inizio delle vaccinazioni…vaccini permettendo, inizialmente previsto per dopo pasqua potrebbe essere anticipato alla fine di questo mese partendo dagli over 60 in su.

Non ci resta che incrociare le dita.

NEWS : AUSER OLGIATE disponibile ad accompagnare i SOCI per la campagna vaccinale.

La nostra Auser Olgiate ha dato la sua disponibilità ad effettuare il servizio di accompagnamento anche per somministrazione vaccino.

Le persone interessate, dopo aver ricevuto la chiamata di A.T.S con indicato luogo, giorno e orario possono chiamare Auser tutte le mattine dal lunedì al venerdì compreso dalle ore 9.00 alle ore 12.00 allo 031946423.

Compatibilmente alla disponibilità di volontari e dei mezzi a disposizione di cui 1 dotato di trasporto disabili in carrozzina il servizio di accompagnamento viene effettuato per 1 sola persona alla volta e massimo 1 solo accompagnatore adottando tutte le misure di sicurezza dei trasportati e del volontario. Il volontario attende finché la persona ha effettuato il vaccino e viene riportata al proprio domicilio.

Per questioni assicurative e di responsabilità da parte dei volontari, il servizio è destinato ai soci Auser.
Per i non soci che volessero tesserarsi ed usufruire del servizio, si può sempre chiamare in sede per chiedere informazioni.

INFERMIERE DI FAMIGLIA

L’Amministrazione Comunale di Olgiate e l’A.S.S.T. LARIANA hanno firmato un accordo per la concessione in comodato gratuito del  terzo piano dell’immobile di Piazza Italia ( sopra la palestra) da destinare al progetto INFERMIERE DI FAMIGLIA, uno spazio destinato alla figura professionale che assieme ai medici di base e in ospedale è stata determinante per affrontare il Covid-19.

Gli infermieri assunti saranno destinati alla campagna vaccinale in corso e saranno una straordinaria risorsa per tutto il nostro territorio una volta diminuita l’emergenza sanitaria, ricostruendo quel tessuto di assistenza territoriale la cui mancanza è stata evidenziata in questo anno di pandemia.

In tutta la provincia di Como questo tipo di servizio sarà attivo a Tremezzina e Olgiate Comasco e per la nostra Città rappresenta motivo di orgoglio essere stata scelta.

I lavori di adeguamento degli spazi sono di fatto conclusi e gli infermieri già impegnati nella lunga campagna vaccinale.

PRIMA GIORNATA TAMPONI RAPIDI – 125 ADESIONI.

Si è svolta nella giornata di domenica 14 marzo la prima giornata di screening con il tampone rapido per tutti gli olgiatesi che avevano ricevuto la lettera dal Comune con la possibilità, qualora ne avessero sentito la necessità, di sottoporsi gratuitamente al Tampone Rapido.

Grazie ai volontari della SOS OLGIATE COMASCO, agli INFERMIERI volontari ed alla PROTEZIONE CIVILE, 125 nostri concittadini si sono sottoposti al tampone.

A brevissimo sarà organizzata una seconda giornata di screening ( con numeri maggiori vista l’organizzazione messa in campo e perfezionata durante la prima giornata)  e tutti coloro che si sono prenotati alla SOS saranno contattati per il loro turno orario.

Con la speranza che questa fase così delicata possa presto risolversi al meglio, ci auguriamo che questa iniziativa possa aiutare a mappare meglio la diffusione del virus nel nostro Comune e intervenire preventivamente, garantendo così maggior sicurezza per tutta la comunità.

TAMPONI DRIVE CAMBIO DI LOCALITA’: PIAZZA DEL MERCATO.

Da due settimane, complice l’aumentato numero dei tamponi molecolari prescritti dai medici ( la scorsa settimana in una sola giornata sono stati 107), la postazione dei TAMPONI in modalità DRIVE si è trasferita da Piazza Italia a PIAZZA DEL MERCATO.

Rimangono confermate le giornate di MARTEDI’ e GIOVEDI’ ( 14.30-16.00) grazie alla preziosa presenza del personale medico e infermieristico dell’A.S.S.T. LARIANA.

I Tamponi solo su prenotazione obbligatoria e tutti gli Olgiatesi hanno diritto a farli a Olgiate Comasco segnalando ai propri medici la volontà e sono prenotabili da tutti i Medici di base attraverso il loro sistema di lavoro MAINF.

IMPEGNO per la CITTADINANZA.

Purtroppo avremo ancora davanti tanti mesi duri.

Per questo non dobbiamo mollare e mai dimenticare che nonostante tutte le precauzioni, nonostante il rispetto più rigoroso di tutti i nostri comportamenti virtuosi, potremmo lo stesso doverci prendere un periodo di convivenza forzata con il corona virus.

“Non dobbiamo vergognarci di aver preso o di prendere il virus, ma dovremmo provare vergogna ad additare come “untore” chi sta vivendo a contatto con il covid o chi non si mette a disposizione per un aiuto per chi è in quarantena. Non dobbiamo vergognarci di essere positivi…dovremmo vergognarci di non essere umani”.

Da qui in avanti saranno solo ed esclusivamente i nostri comportamenti rispettosi delle regole quelli che determineranno i provvedimenti dei prossimi mesi.

Continuiamo a sostenere ed aiutare le nostre attività commerciali e troviamo il tempo di donare del tempo alle nostre associazioni cittadine e come volontari civici.

L’Amministrazione Comunale di Olgiate Comasco e tutta la cittadinanza cercheranno, con tutti i mezzi a disposizione, di rimanere il più vicino possibile, ai nostri concittadini ed alle loro famiglie che si trovano a vivere la positività e la quarantena, come fatto fin dallo scorso mese di marzo 2020, ed anche a quanti hanno avuto o stanno avendo lutti in famiglia.

Stiamo vivendo tutti una situazione pesante, dove gli sbalzi repentini di umore sono quotidiani, le preoccupazioni personali e per il futuro immediato sempre sul tavolo, dove situazioni di difficoltà ed emergenza scatenano reazioni anche verbali sopra le righe ed ogni miccia, soprattutto sui canali social scatena incendi.

La malinconia si sta impadronendo soprattutto delle persone più fragili, alcune della quali si stanno lasciando un po’ andare a causa del mancato contatto, anche visivo con famigliari e vicini di casa, e non solo in Casa di riposo.

Per questo si chiede a tutti Responsabilità, Raziocinio, Equilibrio, Realismo e tanta ma tanta Pazienza perché alla fine ne potremo uscire vincitori solo insieme.

Dal mondo del lavoro alle attività commerciali, dal mondo della scuola con i ragazzi a casa alla mancanza di momenti di socialità e con gli anziani soli…la VACCINAZIONE che deve proseguire ad un ritmo decisamente superiore dell’attuale rappresenta ad oggi l’unica speranza di poter tornare a condurre una vita “quasi” normale in attesa che una percentuale significativa della popolazione italiana sia coperta dalla vaccinazione stessa.

Insieme dobbiamo e possiamo farcela!

Il vostro Sindaco,

Simone Moretti

Ultimo aggiornamento

Martedi 13 Aprile 2021